Il divieto totale di fumo nei condomini in Thailandia è stato sollecitato dalla maggioranza dei residenti, secondo i risultati del Tobacco Research Center

Bangkok -

Il Tobacco Control Research and Knowledge Management Center (TRC) della Thailandia esorta le associazioni di condomini a livello nazionale ad adottare restrizioni al fumo per proteggere la salute e la privacy della maggior parte delle residenze per non fumatori.

La legge thailandese dovrebbe anche designare il divieto di fumo negli edifici condominiali in quanto dovrebbero diventare un'area totalmente libera dal fumo per ridurre gli effetti del fumo passivo, ha detto il Dr. Sasitorn Taptagaporn, Vice Preside per la ricerca e i servizi accademici presso la facoltà di sanità pubblica dell'Università di Thammasat.

Il dottor Sasitorn, che è anche membro del TRC, ha dichiarato in occasione di un seminario sul controllo del tabacco tenutosi martedì 24 novembre, che la legge sul divieto di fumo attualmente vieta solo nelle aree pubbliche, compresi gli atrii e i corridoi, ma non si applica a tutti gli edifici residenziali e alle singole unità condominiali.

Il seminario, ospitato dalla Thai Health Promotion Foundation, ha anche discusso i risultati di uno studio dell'Università di Thammasat sul fumo negli edifici condominiali condotto da settembre a ottobre di quest'anno.

Circa il 15 per cento delle 1.204 persone di un gruppo di indagine ha dichiarato di essere un fumatore adulto. Il 48% dei fumatori ha detto che di solito preferisce fumare sul balcone del proprio appartamento o fuori dalla propria stanza, mentre solo il 12% ha detto di fumare nella propria stanza.

Anche se alcuni si sono goduti le sigarette nella propria stanza, il 77% dei residenti intervistati ha dichiarato di poter sentire l'odore del fumo di sigaretta anche quando sta dentro la propria stanza, secondo i risultati dell'università.

Alla fine del sondaggio, la maggioranza degli intervistati (89 per cento) concorda in modo schiacciante con il divieto totale di fumo nei condomini e nelle altre aree residenziali.

"I risultati rivelano un buon segno per promuovere potenti campagne antifumo al fine di rispettare e proteggere i diritti di salute dei non fumatori. Le associazioni condominiali a livello nazionale dovrebbero concordare la realizzazione di edifici senza fumo. E si spera che in futuro, quando le norme residenziali saranno ampiamente comprese, il governo thailandese prenderà in considerazione una legge nazionale e una sanzione per rendere i condomini veramente liberi dal fumo", ha dichiarato il dottor Sasitorn.

Foto di cortesia: Notizie quotidiane

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter e riceverete tutte le nostre notizie in un'unica e-mail giornaliera senza spam Clicca qui!

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google News, Instagram, Tiktok, Youtube, Pinterest, Parler, Lavagna a fogli mobili oppure Tumblr

Unisciti alla discussione nel nostro gruppo di Facebook https://www.facebook.com/groups/438849630140035/o nei commenti che seguono.

Volete fare pubblicità con noi o chiedere di promuovere la vostra attività, evento, beneficenza o sport locale, ecc. Inviaci un'e-mail a Sales@ThePattayaNews.com

Avete una notizia generale, un comunicato stampa, una domanda, un commento, ecc. Non siamo interessati alle proposte SEO. Inviaci una mail a Pattayanewseditor@gmail.com

Invio
Recensione dell'utente
3.75 (4 voti)