Il Primo Ministro thailandese tiene un discorso sullo "Stato di Covid-19" in Thailandia e sul piano futuro del paese per il recupero del turismo

Bangkok, Thailandia

Di seguito è riportato un discorso tenuto dal Primo Ministro thailandese oggi, 26 novembre 2020 a Bangkok, a proposito di Covid-19, della situazione attuale nel mondo, in Thailandia, dei vaccini e della "roadmap" per la riapertura al turismo in generale e la ripresa dell'economia.

Il discorso è un comunicato stampa del governo thailandese ed è stato scritto da loro:

————————-
Oggi volevo aggiornarvi sulla direzione del nostro Paese in termini di convivenza con la pandemia globale che ha devastato le famiglie e le economie dei Paesi di tutto il mondo.
Il mondo è ora nella sua peggiore recrudescenza della pandemia di Covid-19.
Centinaia di persone muoiono ogni giorno in paesi europei e non solo, e ancora di più negli Stati Uniti, e ci sono proteste e disordini in quasi 30 paesi.
L'OMS ha recentemente avvertito che l'anno prossimo potrebbe arrivare una terza ondata, se i paesi non saranno disciplinati nel loro approccio alla gestione della crisi.
-=-==-=-=-=-=-=-=–=
- L'Inghilterra è ora in isolamento nazionale. Negozi, ristoranti, pub, pub, bar, strutture per l'intrattenimento, impianti sportivi, altre strutture pubbliche e la maggior parte dei posti di lavoro sono chiusi. E proprio ieri è stato annunciato che l'economia del Regno Unito subirà una contrazione di circa 11%.
- La Francia ha chiuso per un blocco nazionale il 30 ottobre, con la previsione di un calo del PIL di 11% nel 2020.
- La Spagna ha dichiarato lo stato di emergenza che può durare mesi, così come un coprifuoco a livello nazionale, con viaggi e raduni limitati.
- L'Olanda ha una serrata in cui le persone possono uscire di casa solo con un documento firmato.
- Il Belgio è in isolamento.
- E in Germania, i negozi e i ristoranti sono chiusi in un isolamento parziale e gli incontri sono limitati.
-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–
La situazione sanitaria, così come il suo impatto sulle economie dei Paesi, sta diventando ancora più grave in tutto il mondo.
Il pericolo di questo virus non è solo nelle persone che uccide direttamente. Se va fuori controllo, ucciderà anche molte altre persone che dipendono dall'ospedale e dalle cure mediche. Quando i letti d'ospedale sono pieni di pazienti Covidi, e i medici e gli infermieri sono completamente occupati a curare i pazienti Covidi, le persone che soffrono di molte altre malattie potrebbero non ricevere le cure da cui dipendono. È una situazione da incubo quando i medici devono decidere chi curare e chi non hanno il tempo di assistere. Abbiamo evitato questa situazione e dobbiamo continuare ad essere fermi per evitarla anche in futuro.
Vorrei ringraziare tutti i cittadini di ogni parte del Paese e di tutte le professioni e le imprese che si sono sacrificati enormemente e hanno cercato di gestire la loro difficile situazione in modo da poter proteggere la nostra nazione. I vostri sacrifici ci aiutano a non cadere in una situazione ancora peggiore, come stiamo vedendo accadere in molti altri Paesi.
-=-=-=–=-=-=-=-==-=-=-=-=
Vorrei anche ringraziare l'OMS per aver riconosciuto la Tailandia come uno dei migliori esempi al mondo per il suo "approccio globale di tutto il governo, di tutta la società" al contenimento del virus e per aver detto che i nostri buoni risultati non sono stati casuali. Vorrei che tutti in Thailandia fossero orgogliosi di questo eccezionale riconoscimento e continuassero a lavorare insieme nello spirito di unità nazionale che tutti noi abbiamo dimostrato in questi tempi difficili.
Permettetemi ora di riferirvi che ci stiamo preparando per la prossima fase della gestione della crisi di Covid, in modo che non danneggi ancora di più l'economia del nostro Paese e i mezzi di sussistenza della popolazione.
La soluzione a lungo termine per superare la crisi della pandemia di Covid è la disponibilità e l'uso di un vaccino. Ci sono ora diversi candidati al vaccino in fasi avanzate di sviluppo e di test di sicurezza e certificazione. Sappiamo che molti paesi avanzati si sono chiusi in coda per un vaccino. Anche la Thailandia deve essere in grado di ottenere tempestivamente dosi sufficienti di un vaccino di successo.
-=-=-==-=-=-=-=-=-=—=-=-=-=
Ecco perché, qualche mese fa, ho preso la decisione per la Thailandia di cercare di collaborare alla produzione di vaccini con un eminente gruppo di ricerca sui vaccini, come modo per ottenere un vaccino in anticipo.
Il mese scorso abbiamo firmato un accordo con l'Università di Oxford e AstraZeneca per produrre vaccini in Tailandia nel caso in cui la loro ricerca portasse ad un vaccino di successo. E domani firmeremo un ulteriore accordo per l'acquisto di vaccini.
Solo pochi giorni fa, abbiamo sentito la meravigliosa notizia che il team dell'Università di Oxford-AstraZeneca ha annunciato che il vaccino che stanno sviluppando ha un'efficacia compresa tra il 70-90%.
-=-==-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Inoltre, questo particolare tipo di vaccino è molto più economico da produrre in quantità di massa rispetto ad altri candidati avanzati. Ma, cosa ancora più importante, sarà giusto per le condizioni tailandesi. Mentre altri candidati al vaccino avanzato devono essere tenuti a temperature eccezionalmente fredde tra -20°C e -70°C, questo vaccino può essere conservato a temperature di refrigerazione regolari tra +2°C e +8°C, il che ci renderà facile per noi di farlo arrivare a tutti in Thailandia piuttosto che averlo disponibile solo dove ci sono impianti di refrigerazione specializzati.
Ci aspettiamo che questo vaccino sia adeguatamente certificato, approvato per l'uso e prodotto entro la metà del prossimo anno. Prima riusciremo a far avanzare questo calendario, prima potremo aprire le nostre porte a un gran numero di visitatori e iniziare il compito di ricostruire la nostra economia. Ora sto lavorando per cercare di trovare il modo di accelerare i nostri processi in modo da poter arrivare prima alle vaccinazioni di massa in Thailandia.
Nel frattempo, mentre entriamo nel periodo delle vacanze, chiedo a tutti di mantenere alta la guardia e di continuare con la disciplina nell'indossare le maschere, l'igiene delle mani e l'allontanamento sociale, in modo da poter continuare a lavorare per superare la crisi ed evitare che il virus si diffonda nel nostro Paese e causi sofferenze economiche ancora maggiori.
Grazie.
Invio
Recensione dell'utente
5 (2 voti)