Il portavoce del governo thailandese afferma che la sospensione dei benefici commerciali da parte degli Stati Uniti per alcuni prodotti thailandesi non danneggerà in modo significativo le esportazioni

Thailand-

Un importante portavoce del governo thailandese ha detto all'inizio di questa settimana che gli Stati Uniti che sospendono i benefici commerciali per alcuni prodotti thailandesi come parte del Sistema delle preferenze generalizzate (SPG) non danneggerebbero in modo significativo le esportazioni thailandesi.

L'annuncio era stato fatto originariamente dagli Stati Uniti alla fine di ottobre, secondo quanto riferito, in risposta al fatto che la Thailandia non permetteva agli Stati Uniti di avere un accesso equo e ragionevole ai suoi mercati per i prodotti a base di carne suina provenienti dagli Stati Uniti. La Thailandia ha dichiarato che ciò è dovuto al fatto che alcuni prodotti chimici utilizzati sulla carne di maiale proveniente dagli Stati Uniti sono vietati in Thailandia. Potete leggere l'articolo originale su questa situazione qui sotto:

Gli Stati Uniti sospendono i benefici commerciali per alcuni prodotti thailandesi entro la fine dell'anno

Il portavoce del Primo Ministro Anucha Burapachaisri, parlando alla stampa all'inizio di questa settimana, ha dichiarato che i tagli, che riguardano solo alcuni prodotti tailandesi e non tutti, non danneggerebbero in modo significativo le esportazioni tailandesi per diversi motivi.

Anucha ha dichiarato diverse di queste ragioni, come l'introduzione di nuovi mercati al di fuori degli Stati Uniti, un uso più completo delle piattaforme online e l'esplorazione di ulteriori offerte nei mercati attuali come l'Asia e l'Europa.

Le esportazioni verso gli Stati Uniti potrebbero continuare, tuttavia, alcune merci dovranno ora far fronte a regolari dazi all'importazione. Secondo Anucha, il governo thailandese sta aiutando le aziende che sono direttamente interessate dal business matching online e le sta aiutando a identificare i mercati emergenti.

Il Ministero del Commercio ha dichiarato che nel 2019 il commercio tra gli Stati Uniti e la Thailandia è stato valutato a 48,63 miliardi di dollari, tuttavia Anucha si è attenuto alla sua dichiarazione secondo cui la perdita di alcuni privilegi non altererebbe in modo significativo questo totale.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter e riceverete tutte le nostre notizie in un'unica e-mail giornaliera senza spam Clicca qui!

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google News, Instagram, Tiktok, Youtube, Pinterest, Parler, Lavagna a fogli mobili oppure Tumblr

Unisciti alla discussione nel nostro gruppo di Facebook https://www.facebook.com/groups/438849630140035/ o nei commenti che seguono.

Invio
Recensione dell'utente
5 (1 voto)