Il Dipartimento per il Controllo delle Malattie dà i risultati delle indagini sul caso Covid-19 su Koh Samui da parte di una donna tornata dalla Francia

Thailand-

Il Dipartimento per il controllo delle malattie (DDC) ha dato un aggiornamento questo pomeriggio, 29 ottobre 2020, su una donna che era appena tornata dalla Francia, ha condotto una quarantena di quattordici giorni e poi è risultata positiva dopo aver lasciato la quarantena diversi giorni dopo.

Potete leggere di più sulla storia e aggiornarvi su quanto è successo finora:

Aggiornamento sulla situazione di Covid-19 da parte di una donna di Koh Samui, da poco rientrata dalla Francia

Tracce di Covid-19, secondo il DDC, sono state trovate su attrezzature da palestra nella Quarantena di Stato Alternativa in cui si trovava.

Tuttavia, secondo Dr. Sophon Iamsirithaworn, direttore della divisione generale per le malattie trasmissibili, i risultati preliminari mostrano che il ceppo di Covid-19 che la donna aveva era diverso da quello di altri due stranieri positivi a Covid-19 trovati nelle ultime settimane mentre erano in quarantena nello stesso hotel. Egli ritiene, sulla base dei risultati preliminari, che il suo ceppo non sia stato quindi raccolto in palestra o dagli altri stranieri.

Il Pattaya News rileva che c'è stato un notevole dibattito, anche nei media, sulla nazionalità della donna e quindi si riferiscono semplicemente a lei come a una donna che è tornata recentemente dalla Francia in Thailandia.

Il marito e il figlio adolescente sono risultati negativi al virus, così come tutti i suoi contatti ad alto e basso rischio. Continua a riprendersi in ospedale. I funzionari stanno ancora cercando di determinare esattamente dove ha preso il suo caso di Covid-19, ma non credono nemmeno che sia stato preso localmente diffuso a Samui, che non ha avuto un solo caso ufficiale da sette mesi. I test sui residenti interessati negli ultimi giorni sono stati negativi al cento per cento, ha aggiunto il DDC.

Nel frattempo, Sophon ha sottolineato che l'isola era sicura e che non c'era alcun pericolo per i turisti domestici o i residenti e che la gente non doveva farsi prendere dal panico. Ha anche affermato che, sebbene i risultati fossero solo preliminari, era possibile che avesse ancora la malattia in quarantena. Rimane in ospedale e sta bene, ha aggiunto.

Invio
Recensione dell'utente
5 (1 voto)