Il co-fondatore della Soi Dog Foundation John Dalley ha premiato MBE nella Queen's Birthday Honours List

Di seguito è riportato un comunicato stampa della Soi Dog Foundation. I pensieri, le dichiarazioni e le opinioni sono proprie.

Il cofondatore della Soi Dog Foundation, John Dalley, ha premiato MBE nella Queen's Birthday Honours List

John Dalley, co-fondatore e presidente della Soi Dog Foundation International, è stato nominato membro dell'Ordine dell'Eccellentissimo Ordine dell'Impero Britannico (MBE) per i suoi servizi al benessere degli animali nel Sud-Est asiatico.

Il signor Dalley è stato nominato insieme ad una serie di celebrità, personale medico, lavoratori chiave e volontari nella Queen's Birthday Honours List che è stata pubblicata oggi (10 ottobre). 

Chiesto di commentare il premio, John ha chiarito che lo vedeva più come un riconoscimento del lavoro svolto dalla fondazione e delle decine di migliaia di sostenitori e volontari che hanno reso possibile quel lavoro negli ultimi 17 anni. 

Aggiunse che il suo unico rimpianto era che Gill, la sua defunta moglie e co-fondatrice, non fosse viva per partecipare al premio. La stessa Gill ha ricevuto numerosi premi nel corso della sua vita, tra cui quello di essere stata la prima non asiatica di nascita ad essere nominata Asiatica dell'anno nel premio annuale Channel News Asia.

Soi Dog - "soi" è la parola thailandese per "strada" - ha visto una notevole crescita fin dai suoi umili inizi nel 2003. Fondata da John e Gill al loro pensionamento a Phuket insieme alla collega in pensione Margot Homburg, Soi Dog ora tratta e sterilizza direttamente più animali di qualsiasi altra organizzazione al mondo. A dicembre, si prevede che la fondazione vedrà mezzo milione di animali sterilizzati e vaccinati in tutto il paese dalla sua fondazione, con quasi 250.000 di quelli effettuati solo negli ultimi due anni. 

Il premio arriva in un momento particolarmente impegnativo della storia di Soi Dog. Come molte organizzazioni no-profit, Soi Dog è stata duramente colpita dalla crisi di Covid-19, e il suo rifugio a Phuket ha dovuto affrontare quest'anno un grave sovraffollamento, con animali abbandonati che sono arrivati in massa. Nonostante ciò, la fondazione si è rifiutata di chiudere le porte agli animali in difficoltà, e la costruzione di nuovi recinti per cani e l'acquisto di terreni aggiuntivi garantiscono che ciò continuerà ad essere così.

Sfide e ostacoli non hanno mai fermato Soi Dog in passato. Che si tratti di disastri naturali, della perdita delle gambe di Gill nel 2004, della prematura scomparsa di Gill a soli 58 anni nel 2017 o della vittoria contro i contrabbandieri di cani che ogni anno vendono centinaia di migliaia di cani thailandesi ai mercati della carne del Vietnam - Soi Dog non si è mai arresa.

John ha commentato che continua a credere che la legislazione, l'educazione e la sterilizzazione su larga scala siano le migliori speranze per un futuro più luminoso per gli animali della Thailandia e non solo. Con questo in mente, Soi Dog continua a lavorare con il governo thailandese per rafforzare la legge sul benessere degli animali del Paese, che la fondazione ha contribuito a introdurre nel 2014. Inoltre, un nuovissimo centro educativo sarà presto aperto presso il rifugio, sottolineando l'importanza che la fondazione attribuisce all'educazione della prossima generazione nel rispetto sia degli animali randagi che di quelli domestici. 

Ha aggiunto che, anche se la fondazione prevede di espandere le operazioni in Vietnam e in Cambogia in particolare, la Tailandia rimarrà al centro dell'attenzione fino al raggiungimento dei suoi obiettivi nel Paese: niente più cani e gatti indesiderati e niente più rabbia. Egli resta fiducioso che, con la collaborazione dei governi locali e nazionali, questi obiettivi saranno interamente raggiungibili. 

La Soi Dog Foundation oggi è un classico esempio di ciò che la gente comune può fare se è determinata a fare la differenza.

 

Invio
Recensione dell'utente
5 (1 voto)