I numeri del turismo internazionale potrebbero subire un calo di 80% nel 2020, riferisce l'Organizzazione Mondiale del Turismo

Internazionale -

L'Organizzazione Mondiale del Turismo (OMTNU) riferisce che la pandemia di Covid-19 potrebbe portare a un calo degli arrivi internazionali tra il 60 e l'80 per cento in tutto il mondo, mettendo a rischio milioni di posti di lavoro nell'industria del turismo entro la fine del 2020.

La perdita di turismo a livello globale si ripercuote anche sulla perdita di $850 milioni a favore di US$1,1 miliardi direttamente dai turisti internazionali, di $910 miliardi a favore di US $1,2 trilioni di entrate da esportazione del turismo, e da 100 a 120 milioni di posti di lavoro nel settore del turismo a rischio di perdita permanente in tutto il mondo, secondo l'UNWTO.

Il turismo internazionale è uno dei principali motori dell'economia mondiale, poiché rappresenta circa il sette per cento del commercio internazionale. Crea anche posti di lavoro diretti e indiretti, rappresentando 1 posto di lavoro su 10 in tutto il mondo. Il settore ha anche in molti Paesi, tra cui la Thailandia, una grande industria informale, anch'essa interessata.

FOTO: Thansettakij

L'UNWTO, insieme all'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), ha dichiarato che è la peggiore crisi che il turismo internazionale abbia affrontato da quando i suoi record sono iniziati nel 1950.

I dati UNWTO dichiarati: "L'industria del turismo è uno dei settori più grandi ad essere stato colpito duramente dalle misure sanitarie per controllare la diffusione di Covid-19. L'estensione delle restrizioni sui viaggi e l'aggravarsi della crisi finanziaria a livello internazionale minaccia anche il turismo internazionale e fa sì che l'industria sia probabilmente l'ultimo settore a riprendersi".

FOTO: Thansettakij

Inoltre, l'epidemia potrebbe peggiorare la ripresa finanziaria tra i paesi a basso reddito e quelli in via di sviluppo, soprattutto tra coloro che dipendono in modo significativo dall'industria del turismo come la Thailandia. Un alto rischio di povertà potrebbe verificarsi in questi Paesi.

Il lato positivo è che la crisi mondiale è un'opportunità per rivedere lo sviluppo turistico dei paesi in cui l'ambiente deve essere migliorato presentando nuove attrazioni turistiche e imprese turistiche secondo l'UNWTO. La creazione di un nuovo tipo di ecosistema turistico, così come lo sviluppo e l'investimento nel turismo sostenibile sono alcune alternative per promuovere il turismo interno in attesa della riapertura delle frontiere, ha dichiarato l'UNWTO.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter e riceverete tutte le nostre notizie in un'unica e-mail giornaliera senza spam Clicca qui!

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google News, Instagram, Tiktok, Youtube, Pinterest, Parler, Lavagna a fogli mobili oppure Tumblr

Unisciti alla discussione nel nostro gruppo di Facebook https://www.facebook.com/groups/438849630140035/ o nei commenti che seguono.

Invio
Recensione dell'utente
1.67 (3 voti)