Dettagli sulla proposta di abbreviare la quarantena thailandese per il visto turistico speciale a sette giorni se il processo iniziale di visto turistico speciale ha successo

FOTO: Thansettakij

Nazionale -

Il Ministero del Turismo e dello Sport ha in programma di proporre la riduzione del periodo di quarantena a 7 giorni in occasione della riunione di gabinetto della prossima settimana, se non ci sarà una segnalazione di Covid-19 positivo trovato nei turisti in entrata durante la riapertura del paese per arrivi limitati in ottobre.

Il Ministro Phiphat Ratchakitprakarn ha detto all'Associated Press in occasione di un evento turistico ieri, 24 settembre, che ulteriori dettagli sul previsto Visto Turistico Speciale (STV), che accoglierà ufficialmente i primi due gruppi di turisti stranieri che soggiorneranno a lungo nel Paese il 1° ottobre, saranno annunciati dopo la riunione di gabinetto di martedì prossimo.

Se i primi gruppi di 300 stranieri avessero completato la quarantena di 14 giorni senza alcun caso positivo, il Ministero avrebbe previsto di proporre un aumento del numero di turisti in arrivo a novembre.

L'accorciamento del periodo di quarantena a 7 giorni potrebbe entrare in vigore a metà novembre, se non si riscontrasse alcun caso positivo dopo aver consentito un numero più limitato di turisti stranieri e se la STV funzionasse senza problemi, secondo il ministro.

Tuttavia, tutti i visitatori in arrivo avrebbero comunque dovuto completare due test con tamponi, un test a striscia e un test di reazione a catena della polimerasi (PCR). Un maggior numero di personale sanitario verrebbe inoltre preparato da ospedali privati per supportare il processo di test negli aeroporti e per effettuare o eseguire il test per i turisti in quarantena statale alternativa, al fine di ridurre il blocco del traffico intorno al terminal.

FOTO: Prachachat

Phipaht l'ha detto alla stampa: "Se i risultati complessivi dell'accoglienza di un potenziale gruppo di turisti nella STV in ottobre stanno andando bene, allora proporremmo al gabinetto di considerare l'aumento del numero di stranieri, dato che 300 turisti a settimana non sono sufficienti per riempire la catena commerciale nazionale e aiutare gli operatori turistici".

"Dovremmo considerare il numero crescente di turisti limitati ma, allo stesso tempo, deve anche potenzialmente rispettare la capacità della forza lavoro sanitaria nazionale del Ministero della Sanità Pubblica di preparare sufficienti test Covid-19".

"Oggi la Thailandia è riconosciuta a livello internazionale per la sua capacità di prevenire e controllare la diffusione di Covid-19. Ma in termini di crescita economica, la Thailandia sta sprofondando sul fondo rispetto agli altri Paesi dell'ASEAN. Pertanto, il nostro compito è quello di introdurre proposte turistiche per recuperare efficacemente l'economia nazionale il prima possibile", ha concluso Phiphat.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter e riceverete tutte le nostre notizie in un'unica e-mail giornaliera senza spam Clicca qui!

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google News, Instagram, Tiktok, Youtube, Pinterest, Parler, Lavagna a fogli mobili oppure Tumblr

Unisciti alla discussione nel nostro gruppo di Facebook https://www.facebook.com/groups/438849630140035/ o nei commenti che seguono.

Invio
Recensione dell'utente
3.5 (4 voti)