La targa della protesta democratica di Bangkok, appena installata, scompare misteriosamente, e diverse agenzie del governo thailandese denunciano i leader della protesta.

Bangkok -

Una nuova cosiddetta "Placca del Popolo" sarebbe misteriosamente scomparsa oggi, 21 settembre, dopo essere stata appena installata ieri a Bangkok durante una protesta notturna a favore della democrazia.

Gli attivisti studenteschi del Fronte Unito di Thammasat e Dimostrazione avevano reinstallato una targa democratica simbolica in un campo di Sanam Luang durante una protesta di massa di domenica, per sostituire una targa commemorativa della Rivoluzione Siamese del 1932, anch'essa misteriosamente scomparsa nel 2017. I funzionari del governo thailandese sostengono di non sapere cosa sia successo alla targa precedente.

Per saperne di più sulla storia della protesta di massa a favore della democrazia nell'ultimo fine settimana QUI

Dopo l'installazione, i funzionari della città di Bangkok sono stati visti preparare la rimozione della targa con l'installazione di un divisorio, una recinzione e un attento monitoraggio dell'area.

Si credeva che la targa fosse stata rimossa quando Sanam Luang è stata chiusa dalle 22:00 alle 5:00 del mattino, dato che, secondo quanto riferito, era già scomparsa quando il campo era già aperto.

La superficie installata è stata sostituita con calcestruzzo fresco. Secondo gli agenti di pattuglia, non sapevano chi avesse rimosso la targa, dato che erano appena arrivati per un turno.

Il generale maggiore della polizia Piya Tawichai, il vice commissario della polizia metropolitana, ha dichiarato stamattina all'Associated Press che la polizia metropolitana non è coinvolta nella scomparsa della Placca del Popolo, ma che forse è stata rimossa da altre autorità collegate.

Nel frattempo, il Dipartimento di Sicurezza della Thailandia e il Dipartimento delle Belle Arti stanno pianificando di intraprendere azioni legali contro i leader della protesta per aver presumibilmente fatto irruzione nella Thammasat University e nella Sanam Luang e per aver presumibilmente installato la targa senza permesso.

Il Dipartimento delle Belle Arti della Thailandia ha presentato un rapporto alla stazione di polizia di Chana Songkhram, sostenendo che l'installazione aveva violato la legge sui monumenti antichi, gli oggetti d'arte, l'antiquariato e i musei nazionali B.E. 2504 (1961), poiché Sanam Luang è un centro nazionale e storico sotto l'autorità dei funzionari di Bangkok. Essi sostenevano che non era stata richiesta alcuna autorizzazione per la targa, il che la rendeva illegale. Hanno sottolineato che il rapporto della polizia non era politico, ma si basava sulla legge e che se si permetteva a un partito di apportare modifiche o cambiamenti, qualsiasi partito poteva farlo.

Il generale della polizia Suwat Chaengyotsuk, il vice commissario generale della Royal Thai Police, ha anche convocato un incontro urgente con gli ufficiali del Dipartimento di Sicurezza per discutere i risultati complessivi dei due giorni di dimostrazione durante il fine settimana.

L'incontro dovrebbe esaminare la situazione al fine di intraprendere potenziali azioni legali contro i leader della protesta. Qualsiasi considerazione finale sarà eventualmente annunciata entro la fine della giornata.

 

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter e riceverete tutte le nostre notizie in un'unica e-mail giornaliera senza spam Clicca qui!

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google News, Instagram, Tiktok, Youtube, Pinterest, Parler, Lavagna a fogli mobili oppure Tumblr

Unisciti alla discussione nel nostro gruppo di Facebook https://www.facebook.com/groups/438849630140035/ o nei commenti che seguono.

Invio
Recensione dell'utente
3 (2 voti)