Migliaia di poliziotti dispiegati a guardia di un importante raduno anti-governativo questo sabato, che dovrebbe essere raggiunto da migliaia di manifestanti in tutta la nazione.

FOTO: Wassana Nanuam

Bangkok -

Secondo quanto riferito, più di 2.000 forze di polizia sono state redatte per far fronte ad una manifestazione anti-governativa che si terrà questo sabato 19 settembre, mentre altri 300 ufficiali dell'Ufficio Speciale hanno ricevuto l'ordine di sorvegliare la Casa del Governo quando i manifestanti pianificano di marciare su di essa domenica 20 settembre.

Il Maggiore Generale della Polizia Somprasong Yenthuam, Vice Commissario dell'Ufficio di Polizia Metropolitana, ha detto ieri, 15 settembre, che la polizia di Bangkok si era pienamente preparata a fornire la sicurezza pubblica e il controllo del traffico a seguito di l'annuncio della protesta guidata dagli studenti nel campus Tha Prachan della Thammasat University a Bangkok.

La polizia ha anche avvertito gli organizzatori della protesta di istituire un punto di controllo sanitario per i partecipanti al raduno per prevenire la possibile diffusione della Covid-19 e per mantenere il raduno legale e pacifico in linea con la legge.

FOTO: GIOVENTÙ Gratuito

Il numero di potenziali partecipanti alla protesta è estremamente discutibile tra l'organizzatore e l'autorità, mentre l'attivista studentesca Panusaya "Rung" Sithijirawattanakul ha detto che potrebbe attirare fino a 100.000 persone, la polizia dell'Ufficio Speciale ha ipotizzato che potrebbero essere solo circa 50.000. Alcune stime delle autorità ritengono che non possa essere superiore a 20.000. Tuttavia, il vice commissario ha detto ai giornalisti che le autorità competenti hanno dispiegato un numero sufficiente di funzionari e hanno sviluppato un piano di emergenza per far fronte ad eventuali modifiche ai piani originali del raduno.

I membri di diversi partiti politici, tra cui i leader del Movimento Progressista, Thanathorn Juangroongruangkit e Piyabutr Saengkanokkul, e gli ex manifestanti della cosiddetta "camicia rossa", che hanno condiviso la stessa visione del movimento democratico, sono in viaggio per unirsi alla manifestazione di Bangkok questo fine settimana.

Piyabutr Saengkanokkul, ex segretario generale del Future Forward Party, ha detto all'Associated Press che ogni manifestante ha il diritto di potersi esprimere politicamente. Anche lui e Thanathorn hanno deciso di unirsi alla protesta solo per esercitare i loro diritti umani fondamentali secondo la costituzione. Ha sottolineato che la protesta pianificata doveva essere pacifica e conforme alla legge.

FOTO: GIOVENTÙ Gratuito

Nel frattempo, il primo ministro Prayut Chan-O'Cha ha detto lunedì 14 settembre, che il governo non avrebbe intrapreso alcuna azione politica per fermare il raduno o la marcia verso la Government House finché i manifestanti non avessero violato la legge. Ha esortato entrambe le parti ad evitare la violenza e a proteggere sia i manifestanti che il pubblico.

Il grande raduno in arrivo è considerato da molti la più grande manifestazione antigovernativa pianificata mai organizzata a Bangkok, dopo che il Primo Ministro Prayut ha preso il potere originariamente in un colpo di stato del 2014. Il raduno, guidato dal Fronte Unito di Thammasat e Dimostrazione, si dice che sia un raduno notturno e il primo a coinvolgere movimenti politici più seri, come una marcia, per fare pressione sull'amministrazione militare.

Ci sono tre richieste primarie da parte dei manifestanti: Riscrivere la Costituzione, fermare le vessazioni ufficiali e non ufficiali dei manifestanti e sciogliere il Parlamento, eliminando sostanzialmente l'intero governo in carica. Una scheggia, un gruppo più piccolo, chiede anche cambiamenti più controversi e radicali che hanno portato a una feroce opposizione da parte dei partiti conservatori.

Invio
Recensione dell'utente
5 (1 voto)