Corna d'avorio di inestimabile valore rubate da un villaggio della tribù delle colline del nord trovato in Myanmar

Corna d'avorio di inestimabile valore rubate da un villaggio della tribù delle colline del nord trovato in Myanmar

Tak-

  Due uomini non identificati avrebbero rubato un paio di corna sacre d'avorio vecchie di cent'anni, che si trovavano in un eremo locale del villaggio di Ban Loy Tong Ku, nel distretto di Umphang, Tak, ieri sera, 11 agosto.

  I residenti locali hanno poi denunciato l'incidente alla polizia di frontiera dopo aver visto i ladri che, secondo quanto riferito, stavano guidando una moto e si stavano dirigendo verso il confine tra Thailandia e Myanmar. 

Il plotone di pattuglia 3471 della polizia di frontiera ha indagato sulla scena e ha chiesto la cooperazione dei funzionari di frontiera, comprese le autorità del Myanmar e l'esercito democratico buddista Karen (DKBA).

 I sospetti sono stati arrestati nel villaggio di Ban Jai Dung a Myawaddy, Myanmar, questa mattina, 12 agosto, in seguito alle indagini degli agenti di DKBA. Il DKBA ha dichiarato che gli avori rubati sono stati trovati nel luogo di residenza dei sospetti e che era in corso la procedura per il loro trasferimento in Thailandia. I nomi dei sospetti non sono stati resi pubblici alla Associated Press.

 Secondo le credenze locali degli abitanti del villaggio, le corna d'avorio sono venerate come preziosi amuleti che proteggono il villaggio dalle cose cattive e dagli spiriti maligni che vivono nelle profonde foreste. 

  Era la seconda volta che venivano rubate le corna d'avorio. La prima volta è stata nel 2017 e sono stati trovati anche in un remoto villaggio di tribù di collina del Myanmar.

Invio
Recensione dell'utente
4.5 (2 voti)