Incontro ufficiale tra il Centro per l'amministrazione della situazione Covid-19 e quattro ministeri sulle bolle di viaggio fissato per mercoledì

BANGKOK (NNT) - Dopo aver implementato la quarta fase di allentamento delle restrizioni anti-COVID-19, mercoledì (17 giugno) i Ministeri del Turismo e dello Sport, della Sanità Pubblica, degli Interni e degli Affari Esteri proporranno al Centro governativo per l'Amministrazione della Situazione COVID-19 (CCSA) un piano di bolla viaggi.

Il Ministro del Turismo e dello Sport, Pipat Ratchakitprakarn, ha espresso la sua fiducia nel settore turistico della Thailandia e nella capacità del paese di affrontare la situazione COVID-19. La bolla dei viaggi riaprirà il paese ai visitatori internazionali, limitando i visitatori a quelli provenienti da paesi dove l'epidemia è ben controllata.

Si tratta di una cooperazione bilaterale nel settore del turismo, e molti paesi di tutto il mondo sono interessati a questo concetto. È già approvato in linea di principio dal CCSA. I vari ministeri stanno ora esaminando l'attuazione e i negoziati con paesi selezionati, vari protocolli e misure precauzionali. La questione sarà proposta alla CCSA questo mercoledì.

Nella fase iniziale, la bolla dei viaggi riaprirà il paese agli imprenditori stranieri e ai pazienti in cerca di appuntamenti di assistenza medica in Thailandia. Si prevede che il Paese accoglierà circa 1.000 stranieri al giorno. Se tutto andrà bene, altri gruppi potranno entrare nel Paese.

La bolla dei viaggi non imporrà la quarantena di 14 giorni, ma sono state preparate altre misure per garantire la sicurezza pubblica. Un'applicazione mobile sarà utilizzata per aiutare a rintracciare i visitatori internazionali dopo l'arrivo in Thailandia. Il potenziale del settore del turismo e della sanità del Paese contribuisce a rilanciare l'economia nazionale, una volta che la pandemia COVID-19 si sarà placata.

Fonte: Thai National News Bureau

Invio
Recensione dell'utente
0 (0 voti)