La polizia di Pattaya impone il divieto di bere sulle spiagge locali e nelle aree pubbliche

Pattaya-

Le forze dell'ordine di Pattaya hanno avvertito che, secondo l'attuale decreto legge d'emergenza per aiutare a controllare la situazione del Coronavirus Covid19 in Thailandia bere in aree pubbliche, come la spiaggia o i parchi pubblici, è rigorosamente contro la legge.

A Pattaya, il bere in pubblico (anche se tecnicamente illegale anche in tempi normali) è tollerato e non viene fatto rispettare a causa della reputazione della città come città turistica che attira milioni di persone all'anno grazie alla vivace vita notturna.

Tuttavia, secondo le regole e gli ordini attuali, bere in pubblico è ancora contro il decreto. Il bere è tecnicamente consentito solo a casa o, a partire da lunedì 15 giugno, nei ristoranti, nelle aree di ristoro, nei mercati e negli alberghi. (I bar e la vita notturna rimarranno chiusi per ora, secondo il governo thailandese, nonostante non ci siano stati casi confermati del virus a Pattaya in nove settimane).

La polizia di Pattaya ha visitato le spiagge locali la scorsa sera facendo "soft warning" e ha dichiarato di trovare sempre più persone che bevono sulle spiagge e nelle strade locali. Attualmente questo non è permesso, hanno avvertito, e anche se sono per lo più avvertimenti soft warning se la gente si rifiuta di ascoltare le regole, possono essere inflitte multe severe e si può anche andare in prigione.

Lo scopo della regola è quello di scoraggiare gli incontri pubblici che potrebbero potenzialmente diffondere il virus secondo le forze dell'ordine.

Invio
Recensione dell'utente
0 (0 voti)