Sacco della posta: Thailandia, per favore non dimenticate gli stranieri con la famiglia e i cari ancora bloccati all'estero - Vogliamo tornare a casa

Di seguito è riportata un'opinione/mail di un lettore. Le opinioni all'interno sono proprie. Se desiderate inviare la vostra opinione per la pubblicazione, inviateci un'e-mail all'indirizzo [email protected]

Salve, gente,

Non importa chi sono o da dove vengo. Sono la voce di quelli che molti considerano i senza voce e di migliaia e migliaia di stranieri che chiedono, con rispetto, che la loro situazione sia considerata dal governo thailandese.

Siamo stranieri che, per qualsiasi motivo, sono stati fuori dal Paese durante la crisi del Coronavirus Covid19 e quando le frontiere sono state chiuse. Siamo quelli che hanno mogli, marito, figli, nipoti, figli, nipoti, nelle leggi, ecc. Molti di noi sostengono intere famiglie.

Molti hanno vissuto in Thailandia per decenni. Alcuni lavorano e pagano le tasse, aiutando il paese. Per la maggior parte, amiamo la Thailandia, ma tutti amiamo la nostra famiglia. Non vogliamo sembrare speciali o migliori di chiunque altro. Non vogliamo eccezioni o considerazioni speciali, nonostante alcuni dei nostri numeri siano più evidenti. Sono vocali solo perché sono frustrati e a parte quelli che amano e il Paese che amano.

Tutto ciò che chiediamo è rispettosamente che il governo thailandese si ricordi di coloro che sono residenti permanenti e membri della famiglia, non turisti, quando riportano indietro le persone. Siamo d'accordo sul fatto che i cittadini thailandesi che vengono rimpatriati hanno la massima priorità, ma per favore, permetteteci di tornare anche a noi. Siamo, per la maggioranza, disposti a prendere le stesse precauzioni, le stesse quarantene e gli stessi esami medici dei cittadini thailandesi che ritornano.

Ci risulta che il governo thailandese stia discutendo di bolle e di paesi che permetteranno di tornare e di tipi di persone...ecc. Comprendiamo il motivo di tutto questo da un punto di vista economico.

Tuttavia, vi prego di ricordare... alcuni di noi sono i vostri più grandi fan. Le nostre famiglie ci stanno aspettando. I nostri figli, cittadini thailandesi, vogliono vedere i loro padri (o le loro madri in alcuni casi). Al nostro ritorno, siamo felici di aiutare a sostenere il turismo domestico e di portare la nostra famiglia in giro per il paese, aiutando tutti insieme.

Le decisioni che devono essere prese da coloro che sono al potere non sono facili e io per primo non vorrei essere nella posizione in cui si trova il governo. La Thailandia ha fatto un lavoro stellare nella lotta contro il virus e va lodato.

Tuttavia, tutto ciò che chiediamo, con tutto il rispetto, è di non dimenticarci e di darci una possibilità. Non importa quali siano i cerchi che dobbiamo affrontare o le quarantene, le assicurazioni, i test, ecc. Faremo di tutto per ricongiungerci con le nostre famiglie e i nostri cari e nel processo aiutare la Thailandia. Inoltre, se ci riporteranno indietro è quasi garantito che diventeremo i vostri più grandi fan e faremo in modo che tutti sentano la grande decisione che è stata presa.

Siamo certi che la decisione giusta sarà presa e vi ringraziamo per la lettura,

Cordiali saluti,

Qualcuno a parte la moglie e i tre figli thailandesi, residenti a Buriram da 23 anni.

Invio
Recensione dell'utente
5 (5 voti)