L'Ufficio islamico di Sheikhul Thailandia riammette le preghiere di gruppo nelle moschee come parte della Fase Quattro

BANGKOK-

Lo Sheikhul Islam Office of Thailand ha permesso ai musulmani di partecipare a incontri di preghiera nelle moschee che sono in grado di far rispettare le procedure sanitarie e di sicurezza. In precedenza, i musulmani potevano convergere solo limitatamente il venerdì per contribuire a limitare la diffusione di COVID-19. Hanno seguito rigorosamente le misure precauzionali.

Diverse moschee in tutta la Thailandia aderiscono alle linee guida emanate dal Ministero della Salute Pubblica, dall'Ufficio per l'Islam di Sheikhul e dall'amministrazione provinciale.

Ai musulmani si consiglia di eseguire abluzioni a casa loro, di indossare maschere facciali, di far controllare la temperatura corporea prima di entrare in una moschea e di praticare l'allontanamento sociale. Le moschee devono fornire gel alcolici, un banco per il check-in e l'uscita, nonché chiari segnali di ingresso e di uscita.

L'Ufficio per l'Islam di Sheikhul ha ricordato a tutti i luoghi di culto che è necessario mantenere un'efficace igiene all'interno dei locali. Le unità di condizionamento dell'aria e i luoghi di abluzione all'interno delle moschee devono essere chiusi, mentre le finestre devono essere aperte per creare una migliore ventilazione. Si consiglia alle moschee di rimanere aperte 15 minuti prima e dopo ogni sessione di preghiera. I musulmani dovrebbero usare il proprio tappetino di preghiera e astenersi dal toccarsi. Possono alzare le mani e dire "salam".

Il precedente è un comunicato stampa del Thailand National News Bureau e dello Sheikhul Islamic Office

Invio
Recensione dell'utente
0 (0 voti)