I social media thailandesi si sono indignati dopo le foto del Ministro della Sanità Pubblica e di un grande gruppo di persone che si dice abbiano mangiato senza seguire le nuove regole del ristorante.

Bangkok-

Le foto del Ministro della Salute Pubblica thailandese, che avrebbe mangiato in un ristorante in un folto gruppo di oltre dieci persone allo stesso tavolo senza seguire le rigide regole di distanziamento sociale stabilite dal ministero e dal CCSA, sono diventate virali questa mattina, causando indignazione sui social media.

Le foto, che sono state pubblicate questa mattina su diversi siti web di media thailandesi e che ora hanno iniziato ad affiorare anche sui media in lingua inglese, sembrano mostrare il Ministro della Salute Pubblica, Anutin Charnvirakul, mentre cena con un folto gruppo di persone allo stesso tavolo, violando diverse regole sulla distanza sociale e la dimensione dei gruppi stabilite dal CCSA e dal Ministero.

La reazione thailandese è stata feroce, con molti che si sono chiesti perché andasse bene che il ministro o i funzionari mangiassero in gruppo, ma le famiglie numerose e i gruppi di amici non potevano. Alcuni commenti si riferivano anche ai ristoranti che ancora separavano le famiglie e lasciavano sedere una sola persona per tavolo. Molti ristoranti continuano ad avere bisogno di divisori, nonostante le regole non li richiedano strettamente se i commensali sono a un metro di distanza l'uno dall'altro.

Il Pattaya News osserva che molte delle misure più severe a cui si fa riferimento nei commenti non erano la politica del ministero della salute ed erano la politica dei singoli centri commerciali o dei ristoranti. I gruppi possono sedersi insieme, per esempio, se sono ad almeno un metro di distanza l'uno dall'altro dalla Fase Tre. Non esiste una politica del Ministero della Salute che richieda una persona per tavolo.

Le foto, tuttavia, sarebbero state scattate il 20 maggio. Sono state pubblicate in origine dal ristorante che sembrava lo stesse ringraziando per il suo patrocinio, senza considerare le possibili ripercussioni sui social media per presunte violazioni delle regole.

Il Ministro della Salute non è estraneo alle polemiche dopo che diversi commenti attribuiti al suo account Twitter sono stati rilasciati all'inizio dell'anno, presumibilmente chiamando gli stranieri sporchi e altri insulti. Anutin ha affermato che il suo account è stato utilizzato senza autorizzazione e violato dopo l'incidente. È stato anche visto in televisione usare oscenità per riferirsi agli stranieri dopo che diversi hanno rifiutato di ricevere maschere complementari durante un evento a Bangkok.

Si scusò per quest'ultimo incidente e disse che si trattava di un momentaneo errore di giudizio.

Foto: La Nazione.

Invio
Recensione dell'utente
5 (4 voti)