Il direttore di Baan Kruja discute l'impatto negativo che Covid-19 ha avuto su di loro e ha ridotto il sostegno

Chonburi-

Pisorn Noja, direttore del Centro per il traffico di bambini e bambini vittime di abusi nell'area di Chonburi (Baan Kruja), ha parlato ieri pomeriggio con i media thailandesi locali per discutere dell'impatto negativo che il Covid-19 Coronavirus ha avuto sul centro e, di conseguenza, ha ridotto il sostegno della comunità nel suo complesso rispetto a prima della crisi.Egli ha dichiarato alla stampa che a causa della politica del governo thailandese in quel momento le persone che viaggiavano per donare e sostenere il centro non potevano entrare e vedere il lavoro che facevano, il che portava a una notevole riduzione delle donazioni e del sostegno generale.Il signor Noja ha detto che, poiché il centro è stato chiuso per paura dell'infezione e della diffusione di Covid-19, i bambini sono stati confinati all'interno e non hanno potuto uscire dal centro per partecipare a varie attività che erano state precedentemente organizzate per loro, come vari corsi di formazione e lezioni per aiutare il loro sviluppo personale.Ha dichiarato che Baan Kruja coltivava ortaggi e insegnava ai bambini come coltivare la terra, il che aiutava a compensare i problemi attuali della situazione di Covid-19 in corso. Il signor Noja ha detto che le donazioni di riso, cibo secco e vestiti di seconda mano e denaro possono essere donati di persona al centro Baan Kruja che si trova al villaggio numero 7 nel distretto di Nong Prue, Banglamung, provincia di Chonburi. Egli ha dichiarato che, anche se non sarà permesso alle persone di entrare nel centro o di interagire con i bambini, il personale potrebbe essere chiamato a raccogliere le donazioni durante l'attuale crisi di Covid-19.Il signor Noja ha dichiarato che ci sono 42 bambini, la stragrande maggioranza dei quali proviene da case e situazioni di abuso, attualmente al centro. Il centro dispone attualmente di fondi per il restante semestre, ma è preoccupato per il futuro a causa dell'impatto che Covid-19 ha avuto sulla comunità nel suo complesso. Il centro è stato fondato nel 2008 e da tredici anni aiuta i bambini vittime di abusi e di tratta. L'ente benefico ha ancora regolari donazioni e sostegno da parte di vari individui e gruppi, tuttavia, a causa della crisi e della mancanza di sostegno come al solito, si sta assicurando che la comunità nel suo complesso sappia chi sono e ricordi tutti coloro che hanno bisogno di aiuto durante la crisi del Coronavirus Covid-19.

Altre fonti originali (in thailandese): https://web.facebook.com/STVPattaya/posts/3123527227668190

Invio
Recensione dell'utente
5 (2 voti)