La Thailandia svolge un'attività di sensibilizzazione sull'uso dei sacchetti riutilizzabili rispetto ai sacchetti di plastica

BANGKOK- Il Ministero delle Risorse Naturali e dell'Ambiente, insieme ai principali centri commerciali e minimarket in tutta la Thailandia, ha lanciato un'attività di volontariato per incoraggiare le persone ad aiutare a proteggere l'ambiente utilizzando sacchetti riutilizzabili al posto dei sacchetti di plastica.

Il ministro delle risorse naturali e dell'ambiente, Varawut Silpa-archa, e un gruppo di funzionari si sono uniti all'attività di volontariato per ridurre l'uso di sacchetti di plastica. Quarantatre centri commerciali e minimarket a livello nazionale smetteranno di fornire borse di plastica agli acquirenti a partire da gennaio del prossimo anno.

Quasi un anno fa, molti centri commerciali hanno smesso di fornire borse di plastica ai clienti il quarto giorno di ogni mese per sensibilizzare l'opinione pubblica. La campagna ha portato a una riduzione di 1,8 miliardi di sacchetti di plastica utilizzati.

Varawut ha detto oggi che la tabella di marcia del ministero per la gestione dei rifiuti mira a vietare quattro tipi di plastica monouso nel paese entro il 2021. Essi comprendono sacchetti di plastica, bicchieri di plastica, cannucce di plastica e contenitori in polistirolo. Inizialmente il ministero ha chiesto la collaborazione dei principali centri commerciali e minimarket. L'anno prossimo il ministero cercherà la collaborazione dell'industria alimentare e delle bevande, dei mercati freschi, dei mercati comunitari e dei piccoli negozi al dettaglio. Il ministero introdurrà poi una legislazione per vietare i prodotti di plastica monouso entro il 2021.

Fonte: Ufficio Nazionale di Notizie della Thailandia

Invio
Recensione dell'utente
0 (0 voti)