La Thailandia avanza alla finale mondiale di Badminton Uber Cup, Stuns China

Bangkok-

Una nazione ospitante in fiamme, la Thailandia, ha scioccato i campioni in carica della Cina per 3-2 venerdì 25 maggio per entrare per la prima volta nella finale della Uber Cup di badminton.

Nell'altra semifinale, i migliori semi del Giappone si sono caricati nella partita di campionato di sabato, battendo la Corea del Sud per 3-1, con la coppia di doppio Misaki Matsutomo e Ayaka Takahashi che si sono assicurati la possibilità di vincere il titolo.

Thailandia e Cina sono state coinvolte in una battaglia titanica, in cui i padroni di casa hanno conquistato i primi due singoli e i 14 volte campioni hanno vinto le partite di doppio.

Ma acclamato dalla folla adorante di casa, Busananan Ongbamrungphan ha superato Li Xuerui, il campione olimpico 2012 che recentemente è tornato da un lungo licenziamento per infortunio, 21-11, 21-9 nel terzo singolo.

Era la prima volta che la Cina non riusciva ad arrivare in finale da quando si era iscritta al concorso nel 1984.

Akane Yamaguchi, n. 2 al mondo, ha fatto partire il Giappone in volata, con una vittoria per 21-10, 21-13 contro il sudcoreano Sung Ji Hyun, mentre Nozomi Okuhara ha spedito Lee Jang Mi 21-9, 21-15.

La Corea del Sud si era attestata sull'1-1 con il primo raddoppio, ma Matsutomo e Takahashi si sono battuti per 21-11, 17-21, 21-14 nella partita decisiva.

Il nono classificato Okuhara non ha ancora perso nella biennale Uber cup di quest'anno, che si tiene a Nonthaburi, nel nord di Bangkok.

"I miei compagni di squadra anziani mi hanno incoraggiato a dare il meglio di me, quindi pensavo solo a fare il mio badminton", ha detto poi ai giornalisti.

"Penso che sarà una dura battaglia chiunque affronterò domani".

La star thailandese Ratchanok Intanon ha vinto il primo singolo in un entusiasmante 15-21, 21-9, 21-14 contro il cinese Chen Yufei, che si è classificato un posto dietro di lei in quinta posizione.

Con folle che gridano "Thailandia! Thailand" ha colpito smash dopo smash per tornare dopo aver perso la prima partita per vincerne due di fila.

"Ero un po' emozionata perché ogni punto era importante, soprattutto nelle fasi finali", ha detto poi ai giornalisti.

"Ringrazio i tifosi dello sport thailandese che vengono a sostenermi".

La Thailandia ha perso i primi doppi, ma Nitchaon Jindapol si è ripreso da un set per battere Gao Fangjie in un thriller di 1 ora e 31 minuti che ha messo in piedi la folla.

La vittoria in rimonta per la favorita di casa è stata scatenata da un notevole scoop da terra quando era 13-11 al secondo set.

Ma Huang Yaqiong e Tang Jinhua hanno dato alla Cina un'ancora di salvezza arrivando da dietro per conquistare il secondo raddoppio su Puttita Supajirakul e Sapsiree Taerattanachai in 1 ora e 38 minuti.

Il torneo si svolge in concomitanza con la Thomas Cup maschile, le cui semifinali si terranno venerdì sera, con Cina, Giappone, Indonesia e Danimarca che sperano di andare avanti.

La Danimarca sta tornando ad essere campione, ma la Cina ha messo in campo un cast di giocatori all-star che cercano di riconquistare un titolo perso in casa due anni fa.

Il campione olimpico Chen Long è affiancato quest'anno dal campione dell'All England Shi Yuqui - e dal giocatore che ha conquistato in finale, Lin Dan.

La Thailandia giocherà oggi in finale il Giappone nella prima apparizione in assoluto nella Coppa del Mondo di Badminton e lo spirito della Thailandia sarà con loro.

Invio
Recensione dell'utente
0 (0 voti)